Gli allievi dell’Accademia musicale Xiridia e gli alunni dell’Istituto comprensivo Quasimodo di Floridia hanno chiuso insieme, con un in concerto, l’anno scolastico e accademico. Un anno dedicato allo studio della musica su cui tanto insistono sia il presidente dell’associazione Xiridia, Gaetano Raddino, che il preside dell’istituto, Salvo Cantone.

Il repertorio presentato, ha spaziato dal classico al contemporaneo, con continui cambi di registro che hanno catturato l’attenzione del numerosissimo pubblico. I primi a esibirsi sono stati i bambini più piccoli che hanno seguito il corso di propedeutica musicale di Nelly Italia. Quindi si sono avvicendati sul palco, i clarinetti dei maestri Guido Indomenico e Salvatore Tralongo, i flauti di Nelly Italia, i sassofoni di Guido Indomenico, Salvatore Tralongo e Sebastiano La Bella, gli ottoni di Gaetano Raddino, le chitarre di Danilo Buccheri, le batterie di Loris Amato e i pianoforti di Giulio Mirto. Il finale come sempre è stato appannaggio dell’intera orchestra, composta dai ragazzi che hanno seguito i corsi di musica di insieme dei maestri Salvatore Tralongo e Paolo Lenares.

È sempre stretto il legame che ormai da qualche anno collega l’Istituto Comprensivo Quasimodo alla nostra Accademia musicale – dice Gaetano Raddino, presidente della Xiridia- la musica rappresenta un valore aggiunto per la crescita globale dei ragazzi. La nostra, è l’unica associazione musicale iscritta nel registro regionale delle associazioni aventi come fine la promozione sociale. L’abbiamo voluta soprattutto perché la musica diventasse leva di promozione sociale ed educativa. Ci siamo rivolti ai ragazzi, abbiamo creato luoghi di aggregazione sociale, cercando di prevenire con la musica le varie forme di disagio giovanile e i fenomeni di dispersione scolastica”.