Fieracavalli, la più antica per storia e tradizione rassegna dedicata al mondo del cavallo festeggia la 120esima edizione con una serie di appuntamenti in giro per l’Italia.

Il Fieracavalli Summer Tour prende il via dalla Sicilia sabato 30 giugno a Siracusa nell’ambito del Premio Nastro d’Oro in programma all’Ippodromo del Mediterraneo.

Tra le iniziative previste a corredo del Premio Nastro D’Oro, alle 18.30, nella saletta del 3° piano dell’Eureka Palace si svolgerà la presentazione della 120esima edizione di Fieracavalli in programma a Verona dal 25 al 28 ottobre 2018.

Sarà Luciano Rizzi, dirigente area Agriexpo & Tecnonology di Veronafiere a svelare in anteprima nazionale le novità che caratterizzeranno Fieracavalli 2018.

Subito dopo invece l’assessore dell’Agricoltura, dello Sviluppo Rurale e della Pesca Mediterranea della Regione Sicilia Edy Bandiera concluderà i lavori della presentazione.

All’evento è prevista anche la partecipazione dell’Associazione Siciliana Amici di Fieracavalli. “L’Associazione –, spiega il presidente Massimo Mirabella -, da tempo promuove la partecipazione di famiglie, appassionati, artisti ed allevatori alla manifestazione che si svolge a Verona”.

Fieracavalli da oltre un secolo è la manifestazione di riferimento nel panorama equestre internazionale. Da oltre 15 anni unica tappa italiana di Coppa del Mondo, la Longines FEI World Cup, con 17 nazioni rappresentate, 50 cavalieri e 132 cavalli in concorso.

I numeri di Fieracavalli si commentano da soli: 164 mila presenze nei 4 giorni della manifestazione, 750 espositori, 3000 cavalli appartenenti a 60 razze afferenti a libri genealogici, 210 appuntamenti sportivi, concorsi, spettacoli e convegni, 25 sono le Delegazioni estere presenti e più di 750 i giornalisti accreditati. Vanta una community sui social di 132 mila persone con quasi 20 milioni di visualizzazioni. Cinque le macro aree trattate: dallo sport alle rassegne allevatoriali, dal salone commerciale a quello espositivo per finire al turismo equestre.

Quest’ultimo rappresenta un’opportunità volta alla scoperta del territorio italiano attraverso la valorizzazione del cavallo quale elemento di promozione e correlazione tra il territorio, le strutture legate al turismo equestre ed il prodotto tipico di qualità.