Festeggiati i primi vent’anni dell’Auser di Floridia. L’associazione per l’autogestione dei servizi e la solidarietà nata nel 1989 sulla spinta dello Spi Cgil e approdata nel comune aretuseo quasi un decennio più tardi, ha dedicato una serata al ricordo dei momenti salienti di questi vent’anni.

Una cerimonia ufficiale, alla quale hanno preso parte, oltre ai componenti del direttivo e agli ex presidenti, anche i membri dell’amministrazione comunale e i presidenti provinciale e regionale dell’Auser.

A coordinare la serata è stata la vice presidente Maria Luisa Di Priolo che ha introdotto gli ospiti.

Negli ultimi anni la presenza nel territorio dell’Auser è stata sempre più evidente – ha sottolineato il presidente in caria Angelo Russograzie al modo di essere presenti nella comunità, attraverso iniziative culturali, ricreative, di informazione e dibattito“.

In u momento storico in cui il vero problema sembra essere il ricambio generazionale, l’auspicio dell’Auser è che “in futuro ci siano altri che vogliano offrire un po’ del proprio tempo e della propria esperienza” prosegue . “Facciamo e faremo di tutti per mantenere i livelli che abbiamo raggiunto”. E pensando al futuro, Russo assicura che al centro di tutto ci sarà “la persona, nel suo divenire sociale” e l’idea di “vecchiaia come arco della vita, da realizzare attraverso una strategia dell’invecchiamento attivo e della valorizzazione di tutte le età”.

Video e interventi degli ex presidenti Dora Randone, e Mimmo Scalone (primo presidente Auser) hanno completato l’importante anniversario che ha visto partecipi anche il presidente provinciale, Francesco Di Priolo, e un componente della segreteria regionale Dino Pisciotta.