Continua con grande seguito di pubblico il 2° Festival Internazionale Musica sotto le stelle organizzato dall’Associazione Vittorio Guardo di Siracusa diretta dai maestri Marcello Cappellani e Roberto Salerno. Mercoledì 25 sempre alle 21:30 al cortile ex Convento del Ritiro sarà la volta dell’Ensemble Harmoniosi Concerti (Paola Modicano, soprano – Piero Cartosio, flauto dolce – Ramashanty Cappello, violoncello – Luca Ambrosio, clavicembalo), che si cimenteranno nell’interpretazione di opere di Alessandro Scarlatti. Affetti, passioni, emozioni nella produzione del compositore più grande che la Sicilia abbia mai avuto.

Paola Modicano, dopo i giovanili studi pianistici, si diploma sotto la guida di Alessi in canto al Conservatorio “Scontrino” di Trapani, perfezionandosi poi con Desderi, Alaimo, Caballé e Cedolins. Oltre a svolgere un’intensa attività concertistica in Italia e all’estero (Olanda, Francia, Spagna, Iran, Keny, ecc.), collabora stabilmente con il teatri di Piacenza, Modena e Ravenna, l’Opéra di Nizza e Montecarlo e il coro “Maghini” di Torino, sotto la guida di prestigiosi direttori come Muti, Renzetti, Valcuha, Alessandrini. Molto applaudite sono state le sue ultime apparizioni nel repertorio antico, nell’inedita commedia in musica Amor quando si fugge allor si trova (2016) e nello spettacolo di musica e danza barocca Il buon vin mi fa buon pro (2017).

Piero Cartosio si è formato sotto la guida di Hunt, Conrad e Boeke allo Sweelinck Conservatorium di Amsterdam, ottenendo il diploma solistico “Uitvoerend Musicus”. Vanta innumerevoli collaborazioni con i migliori nomi della musica antica internazionale; è fondatore e leader di Les Eléments, formazione ad organico variabile impegnata da circa trent’anni in un’intensa attività concertistica e discografica (Bongiovanni, La Bottega Discantica, Brilliant Classics e altri). È docente di ruolo di flauto dolce e di musica da camera al Conservatorio Bellini di Palermo.

Ramashanty Cappello si è diplomato con il massimo dei voti in violoncello presso il Conservatorio Cherubini di Firenze, sotto la guida di Andrea Nannoni. Sempre piazzato nei primi posti in diversi concorsi nazionali ed internazionali, collabora, sin da giovanissimo, con varie formazioni da camera e orchestre, tra cui la Jugend Kammerorchester Birsek di Basilea (Svizzera) e l’orchestra giovanile della Fondazione Pergolesi Spontini di Jesi. Dal 2014 approfondisce la prassi storica sul violoncello barocco con Jones e Nasillo. In carriera ha collaborato con artisti del calibro di Vismara, Oistrakh, Kuijken e altri.

Luca Ambrosio, diplomato in pianoforte con Manigrassoed in clavicembalo con il massimo dei voti all’Issm Bellini di Catania con Carchiolo, ha completato la sua formazione alla Schola Cantorum di Basilea con Christensen. In qualità di clavicembalista collabora con diversi gruppi specializzati nell’esecuzione su strumenti originali, con i quali ha registrato per Brilliant ClassicsAmadeus Elite Tactus. Laureato in Musicologia a Cremona, ha di recente conseguito un dottorato di ricerca sulla produzione melodrammatica romana nel tardo Seicento. Relatore in diversi convegni in Italia e all’estero, ha pubblicato diversi contributi in miscellanee e riviste specializzate; nel 2016 ha vinto il VII Premio Internazionale di Studi Musicologici Ruspoli.

Alessandro Scarlatti, alias “il Siciliano”. Ovunque si trovi ad esercitare il suo magistero compositivo, “il Siciliano” Alessandro Scarlatti (Palermo, 1660 – Napoli, 1725) lascerà il segno: giovane di bellissime speranze presso la Regina di Svezia e il suo entourage romano, navigato maestro della cappella vicereale e dell’annesso teatro di corte a Napoli, amato e criticato compositore di musica ‘difficile’ e ‘complicata’ da Ferdinando III de’ Medici nella sua villa di Pratolino a Firenze, ecc. La silloge di questa sera attraversa diverse fasi della sua carriera ed alcuni aspetti della sua variegata produzione, che sbalordisce ancora oggi per qualità, quantità ed audacia.

PROGRAMMA
Clori mia, Clori bella | cantata per soprano, flauto e b. c.
Sonata XIV in sol magg. | per flauto e b. c.
Lusingami, speranza | aria di Issicratea, da Il Pompeo (Roma, 1683)
ollia | partite per clavicembalo solo
Non piangete il figlio ucciso | recitativo ed aria di Abelle, da Cain, overo il primo omicidio (Venezia, 1707)
Sonata I in re min. | per violoncello e b. c.
Ardo è ver, per te d’amore | cantata per soprano, flauto e b. c.

Paola Modicano, soprano
Piero Cartosio, flauto dolce
Ramashanty Cappello, violoncello
Luca Ambrosio, clavicembalo