Da oggi, giovedì 20 settembre, a domenica 23 si terrà a Siracusa il 18esimo Convegno di Egittologia e Papirologia, organizzato dal Museo del Papiro “Corrado Basile” congiuntamente con l’Istituto Italiano per la Civiltà Egizia, promotore dell’iniziativa. Il Convegno, divenuto ormai un appuntamento annuale per Siracusa, vedrà riuniti una trentina di studiosi provenienti dall’Italia e dall’estero, e rappresenterà l’occasione per discutere delle ultime ricerche in campo egittologico, papirologico, archeologico e di restauro.

Dopo gli interventi di saluto, i temi trattati riguarderanno le novità di alcune missioni di scavo in Egitto, il potere divino dai faraoni agli imperatori, le spedizioni egizie nella terra delle spezie, la Valle delle Regine, i papiri di Ramses IX, nuove ricerche sulla stele ieratica degli Shardana, per citarne alcuni. Interessanti anche alcuni interventi che vedono protagonista la Sicilia, e in particolare i culti funerari egizi a Lipari, una rilettura della Pietra di Palermo (conservata nel Museo Archeologico “A. Salinas” di Palermo), gli ushabti della collezione Alessi di Castrogiovanni e lo studio di un reperto inedito e raro conservato nel Museo del Papiro di Siracusa.

I lavori si svolgeranno nella sede del Museo, nell’ex convento di Sant’Agostino in Ortigia.