Si è svolto dal 21 al 23 ottobre a Roma, nella prestigiosa sede di Palazzo Venezia e in altre location del centro storico della capitale, l’Hackathon Nazionale che ha visto le delegazioni di 100 scuole d’Italia condividere attività, esperienze, workshop, dibattiti sulla scuola digitale e sull’innovazione didattica.

Ha rappresentato Siracusa la giovane Giulia Bandiera della 3^A del Liceo Scientifico “O.M.Corbino” quale vincitrice della fase locale del Global YounG7 simulazione diplomatica dei lavori negoziali del G7 su temi di rilevanza globale e locale. La studentessa del Corbino ha avuto l’occasione di mettere in risalto la duttilità e le competenze trasversali acquisite che la sua scuola, da sempre, tende a incrementare con i più moderni corsi di studi. Insieme con gli studenti di tutta Italia, ha partecipato a simulazioni del G-20 e agli hackathon mettendo in gioco le sue conoscenze e abilità. E l’impegno di Giulia Bandiera è stato premiato: è risultata infatti tra i vincitori della manifestazione e rappresenterà la Scuola Italiana a Dubai in occasione dell’Esposizione Universale del 2020.

L’Expo esplorerà nuovi percorsi di sviluppo e innovazione e avrà come tema “Collegare le menti, creare il futuro”. Dubai farà quindi da catalizzatore collegando menti di tutto il mondo e ispirando i partecipanti a mobilizzarsi su sfide condivise in un’Esposizione Universale di portata globale senza precedenti. E Giulia avrà l’orgoglio di rappresentare non solo il Liceo Corbino, ma tutta Siracusa che fin da ora, complimentandosi con lei, le augura sempre maggiori successi.