Si è appena conclusa la 9ª edizione della rassegna di canti polifonici Voci dal Mondo organizzata dalla corale polifonica Anthea Odes, diretta da Maria Grazia Morello e presieduta da Giuseppe Di Gaetano. Quest’anno ospiti della manifestazione canora sono stati il Coro Lunigiana proveniente appunto dalla Lunigiana, una regione storica tra Liguria e Toscana, diretto da Primo Ceccarelli  e il coro giovanile femminile Aeolian Vocal Ensemble di Palermo, diretto da Monica Faja.

Dopo un’intensa mattinata di prove e momenti di confronto che hanno da subito consolidato l’intesa tra i cori in un gemellaggio sì artistico-culturale, ma anche umano, emotivo e d’intenti,  si è giunti alla magica serata di Voci dal Mondo uniti nello spirito e nel canto.

Ha fatto da cornice all’evento la chiesa cittadina di San Domenico, dove le tre corali si sono esibite mostrando immediatamente con il proprio repertorio la loro unicità.

L’Anthea Odes ha aperto la serata calando il pubblico in un’atmosfera mistica tra le note del brano Ameno di Eric Levisalles cantato per la prima volta insieme ad altri due brani anche questi inediti. La scena è stata poi ceduta alle  due corali ospiti. Prima si è esibito il coro toscano, coro prettamente maschile che ha portato ad Augusta un’esperienza artistico-canora di ben 47 anni, infine è stata la volta del coro tutto al femminile palermitano, la cui peculiarità è il COROinMovimento dove armonie, ritmo, voci, testo si mescolano dando forma a movimenti che occupano lo spazio scenico con performance che coinvolgono emotivamente gli ascoltatori.

Gli spettatori numerosi, visibilmente emozionati e complici,  hanno apprezzato la raffinata diversità delle tre corali, manifestando il gradimento per l’intera serata nell’ultimo calorosissimo applauso  all’esibizione a cori riuniti diretti da Maria Grazia Morello in cui dall’altare gremito di coristi si è propagata attraverso la chiesa la dolcissima melodia di “An Irish Blessing” un’antica preghiera irlandese di benedizione. E adoperando alcuni versi di questo ultimo canto “ …e finché non ci incotreremo di nuovo possa Dio custodirti nel Palmo della Sua mano” auspichiamo per l’anno prossimo a una 10ª rassegna, traguardo questo importantissimo per la corale, ancora più avvincente.