Sarà ancora uno spettacolo della compagnia dei pupari Vaccaro-Mauceri al centro della terza giornata del San Martino Puppet Fest in programma a Siracusa dall’1 all’11 novembre. Dopo l’inaugurazione del Festival affidata a Martino, il soldato di Cristo, la compagnia dei pupari Vaccaro-Mauceri domani alle 18, al teatro Alfeo di via della Giudecca, proporrà Alpheus, il mito di Aretusa. Saranno quindi i pupi dei fratelli Mauceri a interpretare la leggenda più amata legata alla città di Siracusa, ovvero il mito di Alfeo e Aretusa: una pudica ninfa in preda alle crude volontà del dio fluviale Alfeo. “Alpheus, il mito di Aretusa” andrà in scena anche mercoledì 7 novembre, sempre alle 18 al teatro Alfeo.

La famiglia Vaccaro-Mauceri, da oltre 40 anni, porta avanti la tradizione dell’opera dei pupi a Siracusa. Da nonno a nipote, per i fratelli Alfredo e Daniel Mauceri, era importante avviare un loro percorso personale, cercando di intraprendere le giuste vie, traendo dall’operato dei loro predecessori solo gli aspetti positivi e calarsi nel ruolo che gli competeva nel contesto socio-culturale che stavano vivendo. Tassello dopo tassello hanno costruito il loro mondo e la loro “favola” senza mai tralasciare di far conoscere la favola di cartapesta e legno dei fratelli Vaccaro.

La terza giornata del Festival, domani, prevede anche visite guidate alla scoperta del museo dei pupi e della bottega del puparo in programma alle 11, alle 11,30 e alle 12. In calendario alle 16,30, nel salone della Caritas, anche il laboratorio creativo Giocare con San Martino a cura di Albert Bagno.