Il via alla stagione teatrale 2018/19 è stato ufficialmente dato lo scorso 31 ottobre nella Sala Dante del “Tina di Lorenzo”, alla presenza del presidente della Fondazione Corrado Bonfanti, del direttore generale Urbano Pannuzzo, del Soprintendente Salvatore Tringali e dei componenti del Cda.

È stata l’occasione per raccontare il recente passato con il costante impegno della Fondazione, che oggi gode solo del sostegno finanziario del Comune di Noto, e guardare con rinnovato spirito al prossimo futuro. Che, con sempre più nuove iniziative, è già alle porte.

Tanti i nomi in cartellone per il segmento Palco Centrale-Non solo Classici che prenderà il via il prossimo 29 novembre con La Scortecata di Emma Dante, liberamente tratto da “Lo cunto de li cunti”, di Giambattista Basile. Si proseguirà fino a maggio 2019 con tanti altri nomi di primo piano: Alessandro Haber, Lucrezia Lante della Rovere, Liliana Randi, Angelo D’Agosta, Franco Branciaroli, Elena Bucci e la Compagnia delle Albe. Come d’Incanto… l’Operetta chiuderà, il 3 maggio, la stagione che anche quest’anno, puntando su un teatro di eccellenza e sempre più a portata dello spettatore, tornerà a proporre Esplora-Palcoscenico contemporaneo (dal 25 gennaio 2019 al 10 maggio 2019), Teatro Ragazzi (che quest’anno si avvale della collaborazione della Cooperativa Argante), e Cartellone 70/30 (dal 7 dicembre 2018 al 20 aprile 2019).

Un teatro sempre più aperto agli spettatori, grazie anche agli abbonamenti pensati per i giovani: Esplora (5 spettacoli, 50 euro), Cartellone 70/30 (5 spettacoli, 40 Euro).

Previste anche le formule Abbonamento Teatro Platino (14 spettacoli), e Teatro Oro (9 spettacoli).

Riduzioni previste per i giovani fino a 18 anni e per gli studenti universitari.