Saranno numerose anche quest’anno le attività per celebrare la Settimana Mondiale della Prematurità, organizzate dall’associazione Genitori Piccoli Giganti in Tin. Si comincia oggi, lunedì 12 novembre, alle 16,30 al I circolo didattico “Edmondo De Amicis” di Avola con la conferenza dedicata al tema Prematurità e disturbi dell’apprendimento. Mercoledì 14 novembre una delegazione dell’associazione Pi. Gi. Tin sarà presente all’udienza generale con Papa Francesco a Roma. Giovedì 15 novembre, la sala d’attesa dell’Utin all’ospedale Umberto I di Siracusa sarà allestita con una mostra fotografica dal titolo La vita in una bolla. Un’altra conferenza, La prematurità a scuola, è prevista venerdì 16 novembre alle 16,30 all’istituto comprensivo “Giaracà” di Siracusa. Sabato 17 novembre, Il suono di una carezza, musicoterapia per i piccini e per i genitori in Utin a Siracusa. Inoltre, il colore viola, simbolo della prematurità, illuminerà piazze e monumenti di Siracusa e della provincia e di molte città italiane gemellate con l’associazione Pi. Gi. Tin.

L’obiettivo è, anche quest’anno, quello di fare conoscere un dato importante: nel mondo 1 bambino su 10 dieci è prematuro. A sottolineare questa realtà, il 17 novembre di ogni anno ricorre la Giornata Mondiale della Prematurità, una manifestazione globale, celebrata in più di 60 paesi, che dal 2011 ha come obiettivo quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della prematurità. A tal fine, la società asd San Paolo di Solarino, durante la partita di campionato di oggi, sosterrà la Giornata mondiale della prematurità scendendo in campo con una fascia viola al braccio. La dirigenza e la squadra daranno il loro contributo “vestendo” di viola anche la panchina come segno di sensibilità per la settimana mondiale della prematurità.

Ci teniamo a ringraziare – sottolinea Anna Messina, presidente Pi.Gi.tin – tutti coloro che ci sostengono nell’affrontare questo impegno per diffondere la conoscenza della prematurità in tutte le sue sfumature: dal reparto di unità intensiva neonatale dell’ospedale Umberto I di Siracusa, grazie al suo primario dottor Massimo Tirantello, alla sua equipe, agli infermieri; tutte le associazioni che con noi condividono l’impegno. Con noi anche  “Vivere onlus coordinamento nazionale delle associazioni per la neonatologia”, con cui ci confrontiamo per organizzare la settimana mondiale della prematurità a Siracusa e in provincia. L’impegno di Pi. Gi. Tin si esprime anche nel volontariato in Utin per le famiglie dei piccoli prematuri, grazie a un concordato con l’ospedale Umberto I di Siracusa, sostenendole in questo viaggio di ritorno a casa con i propri figli“.