Giovedì 6 dicembre, alle 19, nella chiesa “Immacolata Concezione” – Chiesa Madre a Carlentini, in provincia di Siracusa, sarà presentato il volume di Francesco Deliziosi Don Pino Puglisi. Se ognuno fa qualcosa. Le parole del prete che fece paura alla mafia, Bur – Rizzoli. Introduce e modera il giornalista Salvatore Di Salvo, presidente parrocchiale di Azione Cattolica e presidente provinciale dell’Ucsi Siracusa, relatrice Emanuela Favara, vincitrice di concorso per magistrato ordinario. Sarà presente l’autore Francesco Deliziosi, giornalista, capo redattore centrale del Giornale di Sicilia. La presentazione sarà aperta con i saluti di don Salvatore Siena, parroco della chiesa Madre e vicario foraneo di Lentini. La presentazione è stata promossa dall’Azione Cattolica della parrocchia Chiesa Madre di Carlentini e dall’Unione Cattolica della Stampa Italiana, sezione di Siracusa in collaborazione con la Parrocchia e il sostegno dell’Ucsi Sicilia e dell’Associazione “Radio Una Voce Vicina inBlu”, una delle duecento radio italiane del circuito di Radio inBlu. “L’opera che abbiamo tra le mani – scrive nella Prefazione l’arcivescovo di Palermo Mons. Corrado Lorefice – offre una profonda immersione nel lessico e nel vocabolario di padre Pino, ci permette di farci insieme a lui condiscepoli dell’unico maestro: Cristo Gesù. La ricchezza del materiale contenuto in questo volume rappresenta un’enorme fonte cui potere attingere a piene mani, non solo per conoscere il pensiero e l’opera di padre Puglisi, ma anche per l’azione pastorale della Chiesa, impegnata spesso a fronteggiare problematiche uguali o simili rispetto a quelle del martire palermitano. Riteniamo, infatti, che questo libro costituisca un prezioso servizio a numerosi livelli dell’agire ecclesiale, come anche di quello pedagogico-sociale. Penso particolarmente ai presbiteri, ai diaconi, ai diversi operatori pastorali, soprattutto a quelli impegnati nel campo vocazionale e della catechesi, agli insegnanti e ai tanti educatori che si spendono a servizio delle giovani generazioni. Ma penso anche a tutti coloro che, impegnati nella politica e nel sociale, desiderano approcciare un illuminante modello pedagogico che offre preziose chiavi di lettura non solo sulla realtà palermitana, ma sulla società contemporanea, afflitta da svariati mali che la deturpano e la abbrutiscono”.

Francesco Deliziosi, vive e lavora a Palermo dove è caporedattore centrale del “Giornale di Sicilia”. Allievo di don Pino Puglisi al liceo, lo ha poi accompagnato nelle sue esperienze fino agli anni di Brancaccio. Ha collaborato col poeta Mario Luzi per il suo testo teatrale Il fiore del dolore e col regista Roberto Faenza per il film Alla luce del sole: entrambe le opere sono ispirate alla vita del parroco di Brancaccio. Ha fatto parte della commissione diocesana per l’istruzione della causa di beatificazione e ha collaborato col postulatore, monsignor Vincenzo Bertolone, fino al riconoscimento del martirio da parte della Chiesa. Il Postulatore gli ha anche chiesto una testimonianza extragiudiziale, allegata agli atti che hanno poi ricevuto il parere positivo della Congregazione per le Cause dei Santi. Per BUR è anche autore di Se ognuno fa qualcosa si può fare molto che raccoglie gli scritti di don Puglisi. E’ autore anche del volume di Pino Puglisi il prete che fece tremare la mafia con un sorriso.