Sarà presentato domani, venerdì 14 dicembre a Siracusa il progetto 57 Quarto Oggiaro. L’appuntamento è alle 20 allo spazio di Impact Hub di via Mirabella 29.

Alla serata saranno presenti la regista e l’autore del film. Al termine della proiezione si terrà un breve dibattito sul film, al quale parteciperanno la regista Alina Nastasa e l’autore Massimiliano Perna, l’assessore comunale alle Pari Opportunità, Alessandra Furnari, il parroco della Chiesa di Bosco Minniti, padre Carlo D’Antoni. Il dibattito sarà condotto e moderato da Damiano Chiaramonte, giornalista.

Il progetto
Cosa succede quando un’etichetta viene appiccicata a un quartiere e ai suoi abitanti? Perché quando a Milano (e non solo) si deve indicare un luogo o un comportamento negativo o criminale si fa sempre riferimento allo stesso quartiere? Cos’è veramente Quarto Oggiaro?

Queste sono le domande che hanno spinto un gruppo di giornalisti e videomaker ad andare a vedere con i propri occhi questa popolosa zona a nord-ovest di Milano, attraversandone le strade, le piazzette , scoprendo le storie , le vite delle tante persone che vi abitano, i talenti giovanili , le memorie dei meno giovani, l’impegno costante delle associazioni che lavorano da anni con successo per migliorare la vivibilità di Quarto Oggiaro e cancellare l’immagine che troppo spesso, in maniera superficiale, gli viene affibbiata dai media e dai cittadini che non ci sono mai stati.

Tra quelle strade e quei volti, nasce questo documentario che vuole mostrare la verità e la bellezza di un posto fin troppo bistrattato.

Quarto Oggiaro, infatti, non è più il luogo dei fatti di cronaca, dello spaccio e degli omicidi del passato, ma è il teatro di una ormai avvenuta rinascita sociale e culturale che oltrepassa i suoi confini, un modello che si mostra agli occhi dei quartieri vicini e del centro città.

È il quartiere che può vantare oltre cento associazioni culturali, sportive, umanitarie, di tutela, con iniziative continue, aree verdi e luoghi storici di grande bellezza e pregio, come l’incantevole Villa Scheibler. Un quartiere nel quale istituzioni, cittadini, associazioni, tutti animati da una forte e romantica identità, collaborano quotidianamente per il bene della  comunità.

Quarto Oggiaro non è un quartiere come altri, semplicemente perché è più vivo e vitale di altri.

Quarto è un modello di rinascita che può diventare esempio per tutte le periferie italiane che spesso vivono non solo l’isolamento geografico ma anche quello culturale dovuto alle tante false etichette che negano una realtà diversa e meno oscura di quella narrata dai media.

Perché è molto più semplice mostrare l’inferno che raccontare la bellezza.