Criminalità organizzata in Sicilia e infiltrazioni mafiose nella pubblica amministrazione. Lo spaccio di droga per strada e le agromafie. Tutti temi che saranno trattati venerdì 28 dicembre 2018, alle 17, nel salone “Giovanni Paolo II” del centro congressi del Santuario della Madonna delle Lacrime. Sullo sfondo ci sarà il libro “Un morto ogni tanto”, scritto da Paolo Borrometi, il giornalista di TV2000 e dell’Agi, che da anni vive sotto scorta per le sue inchieste giornalistiche. Un libro inchiesta che racconta di attività mafiose in particolare nella Sicilia orientale. Della mafia che si fa impresa ed è collusa con la politica. Degli accordi tra mafia e politica a discapito del cittadino e del bene comune.

L’incontro, promosso dall’Ucsi Sicilia e dalla sezione siracusana dell’Unione Cattolica Stampa Italiana con la sezione di Siracusa dell’Assostampa, sarà aperto dai saluti di Salvatore Di Salvo, presidente Ucsi Siracusa e consigliere nazionale e dal segretario Assostampa Siracusa, Prospero Dente.

Interverranno Fabio Scavone, procuratore aggiunto al Tribunale di Siracusa e Renato Panvino, dirigente della Direzione investigativa antimafia di Catania, che dialogheranno con i giornalisti Alessandro Ricupero e Gaetano Scariolo. Concluderà Paolo Borrometi, giornalista di TV 2000 e direttore de “La Spia”.