Scicli al Bellomo è il titolo di un importante evento dedicato a Scicli e che sarà proposto alla Galleria Regionale di Palazzo Bellomo (Via Capodieci 14, Siracusa) mercoledì 16 gennaio 2019 alle 17. L’evento si articolerà in due momenti: il direttore del Polo Regionale di Siracusa per i Siti Culturali, Lorenzo Guzzardi, e lo storico dell’arte Paolo Nifosì presenteranno il libro di Salvo Micciché (informatico, direttore editoriale di Ondaiblea.it) e Stefania Fornaro (archeologa), Scicli. Storia, cultura e religione (secc. V-XVI), Carocci Editore2018 (con prefazione di Giuseppe Pitrolo); all’iniziativa saranno presenti anche Stefania Santangelo (numismatica, Ibam CNR Catania) e il pubblicista Giuseppe Nativo, autori di alcuni contributi presenti nel libro. Seguirà una lectio magistralis tenuta da Paolo Nifosì sul tema L’adorazione dei Magi alla Galleria di Palazzo Bellomo di Siracusa: contributo alla conoscenza di Bernardino Niger.

Il libro tratta le fonti della storia medievale di Scicli (dal V al XVI secolo) inquadrandole nella storia generale della Sicilia e della Contea di Modica, dal punto di vista storico e archeologico ma anche culturale e religioso, trattando la storia dei personaggi e dei luoghi e dei monumenti, le istituzioni religiose e la pietà popolare, dall’alto medioevo al Cinquecento.

Relativamente alla “Adorazione dei Magi”, custodito a Palazzo Bellomo e datato 1570, attribuito a Bernardino Nigro eproveniente dal convento dei Santi Filippo e Lorenzo di Scicli, si tratterebbe di un dipinto probabilmente facente parte di un trittico, risalente agli anni 1583-’84, per l’altare della cappella Riva nella chiesa di Santa Maria del Gesù di Modica (andato perduto). Nigro contrae matrimonio a Modica nel 1573 e dopo aver svolto la sua attività anche a Caltagirone, ottiene commissioni di opere per altre città della Sicilia sud-orientale. Al Nigro è attribuito il grandioso polittico posto nella parete di fondo della navata centrale, composto da ben 9 tavole, del Duomo di San Giorgio a Modica (Rg).