Quella appena conclusasi è la 28ª settimana della cultura scientifica e tecnologica che il Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca lancia con con lo scopo di mobilitare tutte le competenze e le energie nel Paese per favorire la più capillare diffusione di una solida e critica cultura tecnico-scientifica, per  stimolare l’apertura di efficaci canali di comunicazione e di scambio tra l’universo della società civile e l’articolato complesso del sistema della ricerca.

Come da calendario ufficiale, pubblicato sul sito ministeriale, l’Inbar Siracusa, in collaborazione con il consorzio universitario CUA e la SDS Architettura di  Siracusa, ha promosso una serie di appuntamenti, i Percorsi di Bioarchitettura – Green Revolution. Una mostra inaugurata lunedì scorso con i lavori del concorso del premio migliore tesi Ugo Cantone il linea con Bioarchitettura Siracusa e un seminario di studi nella SDS Architettura di Siracusa, momento di confronto tra il mondo della ricerca, i professionisti, le imprese e l’Ance, rivolto anche a favorire la nascita di nuove Start Up.

Infine la settimana ha chiuso i battenti con il consueto appuntamento Green Drinks  a Villa Reimann, che l’Istituto nazionale di Bioarchitettura di Siracusa organizza mensilmente dal 2011 e che rientra nel circuito internazionale degli aperitivi di sostenibilità. In quest’occasione il presidente dell’Inbar Siracusa PhD Massimo Gozzo ha voluto sottolineare che oltre alla formazione e alla ricerca esiste una terza missione propria dell’Università e degli Enti di Ricerca volta a trasferire il sapere tecnologico al fine di contribuire allo sviluppo sociale, culturale ed economico dell’intera società. Tema degli incontri “la salute negli ambienti indoor e outdoor”.