Giovedì 7 febbraio 2019, alle 18, alla Casa del Libro Mascali, in via Maestranza, 20, Siracusa, la presentazione del libro Teodorico, il re barbaro che immaginò l’Italia di Carlo Ruta, Edizioni di Storia e Studi Sociali. Ingresso libero. Lorenzo Guzzardi converserà con l’autore.

Teoderico, re goto in Italia dal 493 al 526, si presenta come una delle figure più forti ed emblematiche dell’Europa tardo-antica. Attraverso la sua vicenda politica egli riesce a rispecchiare la complessità di un’epoca: disordinata, ambigua, travagliata da radicalismi, ma percorsa anche da esperienze di convivenza etnica, di pluralità, di compostezza civile, di decoro urbano e di contagio religioso e culturale. Il re barbaro in questo sommovimento politico, sociale e culturale finì con il generare un modello di Stato che ambiva a spendere con lucida determinazione le eredità del passato mentre inaugurava un tipo di convivenza etnica originale: chiuso e tuttavia plurale, segnato da rigidi protocolli identitari, ma in grado di generare condivisioni nel concreto delle cose.

Carlo Ruta da vari decenni opera negli ambiti della ricerca storiografica e dell’informazione italiana. È autore di reportage e inchieste giornalistiche. Ha scritto negli ultimi anni e scrive attualmente su diverse testate: “Il Manifesto”, “Narcomafie”, “L’isola possibile”, mensile del settimanale “Left Avvenimenti”, “Libera Informazione”, il portale telematico per la pace “Peacelink”. Cura inoltre una rubrica di inchieste per il settimanale on-line “Domani”, del gruppo Arcoiris TV. Diversi suoi reportage sono stati pubblicati su “Articolo 21”, “Antimafia 2000” e altri giornali. È socio onorario di Libera di don Luigi Ciotti e di altre realtà associative.